25 aprile, bisogna ancora lottare per due cose: la verità e la memoria. Due tesori da proteggere per il bene comune

«Questa giornata rappresenta la vittoria dell’umanità sulle barbarie», ed è tanto più necessario in un tempo come quello che viviamo, nel quale l’orizzonte appare oscurato dall’angoscia, il futuro nascosto dall’incertezza e dalle ferite profonde prodotte dalla pandemia. Ci si augura che questa traccia sia ancora ben presente e chiara, testimoniata dalla responsabilità», grazie anche alla Scuola comunità educante alla cittadinanza fin dall’infanzia. Infatti, mai come in questo periodo di pandemia, la parola libertà risuona significativa e strategica, come un monito alla responsabilità, alla condivisione e alla
sostenibilità, in stretto collegamento alla celebrata giornata mondiale della Terra.

25 aprile 2021 – Infanzia Scaloria – IC SGB

Ministero Istruzione: il portale “Memoriale della Resistenza”

Geostoria UDA: Il 25 Aprile 2021

Circ. 110 – attività maggio dei libri 2021

PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA (PNRR):

La missione 4, istruzione e ricerca incide su fattori indispensabili“ per rafforzare il percorso educativo. 

Secondo Draghi “Alla Missione 4 sono destinati quasi 32 miliardi, di cui uno finanziato con risorse nazionali tramite il Fondo complementare e 31 con il Dispositivo europeo“. “Gli interventi principali riguardano:

  • Il miglioramento qualitativo e ampliamento quantitativo dei servizi di istruzione, a partire dal rafforzamento dell’offerta di asili nido, scuole materne e servizi di educazione e cura per la prima infanzia.
  • Lo sviluppo e il rafforzamento dell’istruzione professionalizzante.
  • I processi di reclutamento e di formazione degli insegnanti.
  • Il potenziamento e l’ammodernamento delle infrastrutture scolastiche, ad esempio con il cablaggio interno di circa 40.000 edifici scolastici,

Lascia un commento