VINCERE…CON L’AMORE

Domenica 22 gennaio, nell’ambito della nona edizione della Festa della Famiglia, organizzata dalla parrocchia San Lorenzo Maiorano-Cattedrale di Manfredonia, sono avvenute le premiazioni del concorso di poesie e disegni dal  tema   “Un malato in famiglia”.

La festa è stata, oltre alla premiazione, un momento di condivisione e di gioia, una ricorrenza importante per riconoscere e riflettere sul ruolo essenziale che un malato svolge all’interno della famiglia.

Molti sono stati gli elaborati prodotti dagli alunni delle varie scuole della città, ma, come già lo scorso anno, la scuola primaria “San Giovanni Bosco” si è classificata al primo posto sia per la sezione di poesia che per quella di disegno.

Protagonisti sono stati i bambini delle classi 5^ A-B che hanno vinto nella sezione disegni con la produzione di bellissimi elaborati artistici.

I bambini infatti hanno illustrato, con varie tecniche decorative, una poesia di gruppo  dal titolo “Le tengo la mano”.

Il risultato è stato un libro infiocchettato da nastrini rossi, colorato e ricco di emozioni.

Baldassarre Sofia e De Vita Francesco della classe 4^ D si sono classificati al terzo posto nella sezione poesia, mentre al primo posto è arrivato Palumbo Raffaele, sempre della classe 4^ D con una intensa e toccante poesia dal titolo “Vorrei”, dedicata alla malattia del nonno.

I lavori svolti in classe, sono stati preceduti da una fase progettuale articolata.

Le insegnanti infatti hanno riflettuto con i bambini sul ruolo di un malato nella famiglia, in particolare dei nonni e hanno elaborato le emozioni che esso comporta:  la paura della perdita, la preoccupazione  per la sofferenza, il bisogno di accompagnare i nonni soprattutto con la presenza, l’affetto, con una carezza, col semplice tener loro la mano, con una preghiera, con l’AMORE.

I bambini hanno compreso che da parte di un malato,  c’è  bisogno dell’affetto dei familiari per sapersi amati, della loro compagnia per non sentirsi  abbandonati, della loro comprensione e pazienza, della loro preghiera per accompagnare i difficili momenti della sofferenza.

Ins. Pasquina Tomaiuolo