OPEN DAY – INVITO

Invito Open day 2021-IC SGB

Modello iscrizione infanzia Schede A_B_C 2021-2022

Modello_iscrizione-Primaria_ICSG_2021-22

Scrutini primaria, esempi di giudizio descrittivi per italiano e matematica

Covid scuola, docenti col microfono in classe e impianto di ventilazione meccanica per ridurre il rischio

1) Ventilazione aule e utilizzo del materiale che si usa per la didattica

Covid scuola, finestre aperte durante le lezioni: Il CTS precisa che non è necessario.

Una buona pratica di ventilazione potrebbe essere “aerare le aule prima dell’inizio delle lezioni e poi di nuovo durante ogni interruzione, in tutte le stagioni”.

Il rischio di contagio nei luoghi affollati, come le aule scolastiche, si riduce proprio aprendo spesso le finestre, favorendo il ricambio di aria.

A tal proposito, il Comitato Tecnico Scientifico dispone che non è necessario lasciare le finestre aperte per tutta la durata delle lezioni. Le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico, riportate nel  verbale 100 del Comitato Tecnico Scientifico del 12 agosto 2020, si limitano a evidenziare la necessità di assicurare l’aerazione dei locali in cui si svolgono le lezioni, avendo cura di garantire periodici e frequenti ricambi d’aria, cui si provvederà contemperando l’esigenza di costante aerazione dell’ambiente didattico con il diritto degli allievi a svolgere le attività didattiche in condizioni ambientali confortevoli.

Inoltre, secondo il Ministero Istruzione i docenti non devono utilizzare guanti o gel igienizzante per pulire quaderni, libri o penne.

Il Ministero dell’Istruzione, attraverso la sezione FAQ  nella sezione “Rientriamo a scuola”, specifica che il Comitato Tecnico Scientifico  non ha mai previsto l’utilizzo dello spray (o gel) idroalcolico nella gestione del materiale cartaceo o didattico, che può essere maneggiato tranquillamente, anche senza l’uso di guanti; è sufficiente il rispetto delle misure generali di comportamento per il contenimento del contagio da SARS-CoV-2, in particolare la frequente igienizzazione delle mani.

2) INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO, TURBATIVA E AGGRESSIONE VERBALE

Madre irrompe a scuola, preleva il figlio senza permesso e litiga con il collaboratore scolastico. Per il giudice è interruzione di pubblico servizio.

Art. 340 codice penale: Interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità.

Chiunque, fuori dei casi preveduti da particolari disposizioni di legge cagiona un’interruzione o turba la regolarità di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità è punito con la reclusione fino a un anno. Quando la condotta di cui al primo comma è posta in essere nel corso di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, si applica la reclusione fino a due anni. I capi promotori od organizzatori sono puniti con la reclusione da uno a cinque anni.

3) Coronavirus: mandano a scuola la figlia positiva, s’indaga per diffusione colposa di epidemia …….

 

Lascia un commento