Green pass, controllo a scuola: chi è escluso dall’obbligo della certificazione

Green pass, Consiglio di Stato favorevole: contrasta diffusione virus.

Nota MI 1260 del 30 agosto 2021 – procedura controllo GP

Le modalità con le quali effettuare le verifiche sono quelle indicate dal D.P.C.M. adottato ai sensi dell’art. 9, comma 10, del D.L. n. 52/2021, (ossia il D.P.C.M. 17/6/2021, art. 13) con la espressa previsione che “con circolare del Ministro dell’Istruzione possono essere stabilite ulteriori modalità di verifica”.

Allo stato, è pertanto nota solo la disciplina procedurale di cui all’art. 13 del D.P.C.M. 17/6/2021 che prevede la verifica effettuata mediante lettura del codice a barre bidimensionale, utilizzando esclusivamente l’applicazione mobile resa disponibile su apposita piattaforma interistituzionale (https://www.dgc.gov.it/web/app.html, ed esclude la raccolta da parte dei soggetti verificatori dei dati dell’intestatario della certificazione, in qualunque forma.

In tal senso, il parere tecnico del Ministero dell’Istruzione (Nota prot. 1237 del 13/8/2021) ha aggiunto che “non risulta necessario acquisire copia della certificazione del dipendente, a prescindere dal formato in cui essa sia esibita, ritenendosi sufficiente la registrazione dell’avvenuto controllo con atto interno recante l’elenco del personale che ha esibito la certificazione verde e di quello eventualmente esentato”.

Esclusi dall’obbligo del possesso del green pass saranno solo le persone esenti dalla campagna vaccinale in base a idonea certificazione rilasciata dalle autorità sanitarie in formato anche cartaceo che ha validità massima fino al 30 settembre; fino a tale data, sono pure validi i certificati di esclusione vaccinale già emessi dai Servizi sanitari regionali.

Il mancato rispetto del requisito è considerato assenza ingiustificata e a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso. Il Green pass non è previsto per studenti e studentesse.

Green pass, le esenzioni. FAQ UFFICIALE

L’obbligo della Certificazione verde COVID-19 non si applica per accedere alle attività e ai servizi sul territorio nazionale alle seguenti categorie di persone:

  1. ai bambini sotto i 12 anni, esclusi per età dalla campagna vaccinale;
  2. ai soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica. Fino al 30 settembre 2021, possono essere utilizzate le certificazioni di esenzione in formato cartaceo rilasciate, a titolo gratuito, dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale, secondo le modalità e sulla base di precauzioni e controindicazioni definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021. Sono validi i certificati di esenzione vaccinali già emessi dai Servizi sanitari regionali sempre fino al 30 settembre.
  3. ai cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar. La certificazione, con validità fino al 30 settembre 2021, sarà rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata in base alla Circolare del Ministero della Salute 5 agosto 2021.

Il testo definitivo del protocollo sicurezza

PIANO SCUOLA DEFINITIVO [21-22]

DECRETO LEGGE  GREEN PASS [111/2021]

Parere tecnico Ministero Istruzione

Lascia un commento